[426] Grand Blue – 12 [END]

https://i.imgur.com/eAQGgAl.png

Siamo giunti all’ultima puntata di Grand Chisa Blue. S2 DOKOOOO?! (di materiale ce ne sarebbe in abbondanza!)
Che dire, sicuramente uno degli anime migliori della stagione.
Per chi non lo stesse già facendo, consiglio vivamente di inziare a leggere il manga, magari sperando che qualcuno lo annunci al prossimo Lucca Comics (in realtà sono combattuto, al solo pensiero di leggere “stupidino” et similia mi vengono i brividi). Staremo a vedere (sicuramente mi troverete in mezzo al pubblico delle conferenze Star e Planet).

Per mia gioia hanno inserito anche un bello spezzone della opening, ascoltatela!
Qualche notuzza prima dei soliti ringraziamenti:

  • Min 4.09 “Fate piano e con calma mentre compensate le orecchie.”: la tecnica di compensazione serve a equalizzare la pressione dell’orecchio medio (una parte dell’orecchio) con quella ambiente. Per maggiori info potete consultare Attenti all’orecchio! o Compensazione forzata (Wikipedia)
  • Min 10.12 “Siamo riusciti a scampare all’infinita linea di universo.”: ho controllato anche dalle raw del manga e Kohei dice proprio “世界線” (letto: “sekaisen”) che significa “linea di universo”. Per farla breve, è il percorso che un oggetto compie nello spaziotempo e può essere vista come la generalizzazione in uno spazio a quattro dimensioni, (x; y; z; t) con t: tempo, del concetto di traiettoria di un corpo.
    Essendo un termine così specifico e così inusuale da usare in un discorso normale, abbiamo deciso di mantenerlo senza provare ad adattarlo.
  • Nei minuti finali, per 2-3 battute, Aina fa un uso esplicito del dialetto. Per il momento abbiamo deciso di adattarlo usandone uno nostro italiano (il mio xD) (lascio a voi il piacere di capire quale) con sopra relativa traduzione. Nei BD valuteremo meglio se lasciare tutto così, toglierlo completamente o non usare un vero e proprio dialetto ma qualche escamotage.

Attenzione: date le “tematiche” dell’anime: studenti universitari che si sbronzano di continuo e combinano cagate per 24min, abbiamo deciso di spingere un po’ con il linguaggio (rimanendo sempre nei limiti della decenza), in particolar modo nelle gag. Di conseguenza, non troverete i classici: “Ah, dannazione”, “Ah, perbaccolina”, “Ucci, che male”, “Sei proprio uno stupidino”.

Dato che per reasons ultimamente mi girano parecchio i cosiddetti, per i BD non valuteremo più di inserire una doppia traccia sottotitoli per gli amanti di Google Translate, quindi fatevene una ragione.

Detto questo, speriamo che la serie, così come il nostro lavoro, sia stata di vostro gradimento. E ricordate che Chisa è la besuto guriruuuu!

Con Grand Blue ci rivedremo presto (?) con i BD.

Si consiglia mpv come player, trovate una guida tra le FAQ.

Ricordo che anche per questa serie è disponibile la nuova funzione QC Pubblico con cui potete segnalarci eventuali errori. Per maggiori info visitate la pagina dedicata, cliccando sul link oppure nel menu in alto.
Enjoy!
https://i.imgur.com/FDE6O3d.png

14 thoughts to “[426] Grand Blue – 12 [END]”

  1. Vi ringrazio per averci portato questa divertentissima serie.
    Inoltre, voglio farvi i complimenti per la qualità delle vostre release… specialmente per il tipo di traduzioni che avete fatto, ho trovato fantastico il vostro stile: è stato un vero valore aggiunto.
    Mi piace tantissimo quando un team fansub ci mette effettivamente del suo in una release, e non si limita ad una “basilare” traduzione dei testi.

    Ancora complimenti!!! Bravissimi!!!

  2. Grazie per la serie!
    Per curiosità Mi son portato avanti con il manga e non manca certo materiale per la seconda serie, se non la fanno sono degli astemi! Oddio, sempre che nel frattempo l’intero staff non sia crepato per cirrosi epatica…

  3. Serie divertente, sì, ma le sbronze sono solo fini a sè stesse: allungano il brodo e basta.
    La prima è stata divertente; la seconda aveva qualcosa di già visto; dalla terza in poi noia assoluta (parlo di quelle nel negozio).
    Grazie per la serie.

      1. Ad esempio, la sbronza ad Okinawa di chiusura (vacanza e anime) era motivata e divertente: anche se bere alcool a 96° o alcool etilico a 60° di senso non ne ha…

        “I personaggi che appariranno sono tutti maggiorenni”: se, come scritto, Iori e Chisa sono al primo anno d’università e hanno 20 anni, sono ronin?
        Se finiscono le superiori a marzo dell’anno che compiono 18 anni e iniziano l’università ad aprile NON sono maggiorenni!
        (in Giappone si diventa maggiorenni a 20)

        https://it.wikipedia.org/wiki/Istruzione_in_Giappone

        http://www.nihonjapangiappone.com/pages/societa/istruzione/istruzione.php

        1. Solo nell’anime hanno 20 anni, nel manga ne hanno 18.
          È solo un “escamotage” per evitare che qualcuno dica: “Lo sapete che è illegale bere sotto i 20 anni?”

  4. Grazie per questa serie, come solito avete fatto un lavoro eccellente 🙂

    P.S. Karl questa serie non si chiama “100 modi per sbronzarsi”, ricercare il motivo filosofico in una serie che si prefigge di far trascorrere 25 minuti divertenti e in tranquillità non ha molto senso per me… se ci fosse da fare un appunto su questa serie sarebbe il lato sportivo poco presente, ma quando presente è apprezzabile e d’altronde non è quello l’obiettivo principale di questa serie. Comunque quello è il tuo pensiero e ci sta che sia diverso

    1. Ma ho scritto che non mi è piaciuta o che non è divertente? Ho solo fatto notare la ripetizione di un evento sempre, o quasi, uguale: come se in un manga/anime sul baseball cambiassero le squadre ma i disegni delle partite, maglie a parte, fossero gli stessi!
      Volendolo criticare, ne avrei di cose da scrivere ma, appunto, questa è “una serie che si prefigge di far trascorrere 25 minuti divertenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *